Forni per pizza | Erre4m

Forni per pizza

Il tuo impasto cotto nel forno elettrico per pizza

Si sa che la pizza fa parte della tradizione culinaria italiana da tempo immemore. Ogni pizzaiolo, che sia del Nord o del Sud Italia ha la sua personale ricetta con differenti dosi di acqua, olio, lievito e può scegliere tra i più svariati tipi di farine per preparare la biga. L’impasto finale, in base a queste personalissime scelte di materie prime, risulterà più o meno debole ma c’è una cosa che non cambia per nessuno: il metodo di cottura.

Un forno per pizza professionale deve garantire una buona riuscita del prodotto e spesso non è facile orientarsi tra le numerose proposte che offre il mercato. Si passa dal tradizionale forno a legna, a quello elettrico o ancora a gas, disponibili anche nella formula innovativa del forno a tunnel.

In questo mare di possibilità il forno elettrico per pizza è il più semplice da utilizzare e sicuramente molto versatile. Il calore si propaga per effetto delle resistenze poste sotto il piano di cottura refrattario e di altre resistenze nella parte superiore. Nel forno elettrico per pizzeria la camera di cottura è alta dai 17 ai 19 cm e questa altezza unitamente al calore da il via alla cosiddetta convenzione.

Che l’impasto sia tradizionale con farine tenere o innovativo e con farine di tipo 1 o 2 poco importa se si dispone di un forno elettrico per pizzeria. Basta regolare la temperatura in base al tipo di impasto che si vuole cuocere nel forno per avere immediato riscontro della praticità e della intuitività del forno elettrico. 

Il tuo impasto cotto nel forno elettrico per pizza
Temperatura forno per pizza: a quanto cuoce la pizza perfetta?

Temperatura forno per pizza: a quanto cuoce la pizza perfetta?

Un impasto fragrante è ben diverso da uno secco: una buona pizza è morbida, ma non gommosa proprio grazie alla fragranza dell’impasto, che otterremo se è ben lievitato e soprattutto maturo. Per avere la cottura perfetta, la temperatura del forno è il parametro principale da tenere in considerazione, indipendentemente dal tipo di impasto.

Forni diversi lavorano in modo differente, con differenti temperature e andranno a trasmettere calore alla pizza in modo diverso. Un forno domestico raggiunge a stento i 250 gradi e non è ottimale per questo tipo di cottura mentre un forno per pizza professionale raggiunge anche i 500 gradi.

Come già accennato la temperatura del forno elettrico è facilmente regolabile e adattabile a ogni tipo di impasto, senza gli ingombri di un forno a legna e molto più spazio nella camera di cottura. Le temperature di cottura della pizza in ambito professionale di solito spaziano tra i 300 gradi fino a un massimo di 400 gradi circa. 

Temperatura forno per pizza: a quanto cuoce la pizza perfetta?

La pizza napoletana nel forno elettrico

Una questione spinosa si pone nel caso di un impasto dalla forte maglia glutinica. Questo tipo di impasto, anche detto alla Napoletana, viene tipicamente cotto nel forno a legna. Tuttavia come ben sappiamo un forno a legna ha numerosi svantaggi: la dimensione e il peso del forno stesso non sono da sottovalutare, la difficile usabilità della camera di cottura e lo spazio in paste occupato dalle braci rendono impossibile la cottura a mani poco esperte e infine i possibili danni alla salute di chi mangia una pizza cotta in un ambiente in cui viene a crearsi del nerofumo.

Il forno elettrico per pizza non presenta questi svantaggi e nonostante impieghi qualche secondo in più a cuocere arriva rapidamente alle alte temperature richieste. Non dimentichiamo che un forno per pizzeria professionale può e sicuramente verrà usato da più persone che sicuramente avranno diversi tempi di esperienza alle spalle. 

Un forno elettrico è la soluzione che soddisferà la sensibilità dei diversi pizzaioli e permetterà la cottura di differenti impasti accontentando sia gestori che clienti.

La pizza napoletana nel forno elettrico